Cookie Consent by Privacy Policies website
diretto da Pietro Longhi e Daniela Petruzzi
Privacy Policy Centro Teatrale Artigiano - Sede Fiscale: Via Monte Zebio 14/c 00195 Roma - Partita Iva e Codice Fiscale: 13195511004 SteveR
Paola Gassman - Mirella Mazzeranghi in QUASI AMICHE Scritto e diretto da Marina Pizzi Divertenti, inaspettate e commoventi, tra risate ed emozioni in una trama che dal rosa si tinge di giallo, Gianna e Maria sono due “quasi amiche”. Due donne mature, sole, che cercano di farsi compagnia in una complessa coabitazione che ormai va avanti da qualche anno. Le loro storie, i loro rapporti con le rispettive famiglie, i figli, i nipoti, le vicine di casa, entrano ed escono dalla commedia raccontandoci squarci di vita autentica e di gradevole quotidianità. Amori, gioie, dolori, tenerezze. Allo spettatore, come diceva Eduardo, sembrerà di mettere l’occhio al buco della serratura. Ognuna delle due “quasi amiche” ha il suo piccolo-grande segreto, e ognuna ha la sua insofferenza ad un futuro che sembra già scritto e ad un passato che non potrà più tornare. Commedia sulla natura umana e sulla famiglia, oggi vacillante ed incerta più che mai. Commedia piena di interrogativi più che di risposte, ma soprattutto una bella e divertente storia di “quasi amicizia” che ci insegna che nella vita spesso non tutto è come sembra e che non bisognerebbe mai trarre conclusioni affrettate. Produzione: CENTRO TEATRALE ARTIGIANO
Ottavia Bianchi - Patrizia Ciabatta - Beatrice Gattai - Giulia Santilli in LE SORELLASTRE di Ottavia Bianchi - Regia Giorgio Latini Quattro sorelle, ormai adulte e lontane da molti anni, si ritrovano bloccate nella stessa stanza per 24 ore. In palio c’è un’eredità che diventa l’innesco di un vero e proprio gioco al massacro fatto di rappresaglie, antichi rancori e desideri di vendetta mai sopiti. Il ritmo è brillantissimo; i colpi di scena si susseguono sorprendenti fino a rendere esilaranti tutte le bugie su cui le Sorellastre hanno basato le loro esistenze. In parte ispirato ad alcune interviste fatte a persone di età diverse, il testo conferma che se la casa natale non è sempre un posto tranquillo dove crescere sereni, possiamo sempre decidere di riderci sopra attraverso il meraviglioso genere della commedia. L’essere umano in è un animale che repelle e attrae allo stesso tempo proprio perché, nonostante secoli di evoluzione, non ha ancora imparato le regole del vivere. La società cambia, l’uomo no. Le pareti di una stanza chiusa, come chiuso e segreto è lo spazio intimo della famiglia, sono il ring ideale per smascherare, attraverso il riso, il mito dell’evoluzione umana. Testo vincitore del Primo Premio alla drammaturgia brillante Silvano Ambrogi e del Primo Premio Castrovillari Città del Teatro 2020. Col Patrocinio dell'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico". Produzione: CENTRO TEATRALE ARTIGIANO
Gaia de Laurentiis - Pietro Longhi in NOTE STONATE di Israel Horovitz - Regia Enrico Maria Lamanna Un ex professore che crede di non avere più molto futuro davanti a accoglie in casa una giovane collaboratrice domestica. Tra un litigio, una carezza ed un “non detto” tra i due nasce un rapporto basato sulla voglia di tenerezza che accomuna entrambi. Lei è vedova, già provata dalla drammaticità della vita, lui è aspro, fantasioso, perso spesso in visioni lontane. Tra suoni di note classiche e giochi di chiaroscuro, con il passare del tempo i due protagonisti scoprono di avere in comune molto più di quello che sembra. Nella donna, l’uomo troverà una gradazione di sentimenti delicati riscoprendo forme nuove di desiderio e sensualità. La donna troverà nel professore una insospettata capacità di comprensione. Le insicurezze, i silenzi, le solitudini, la vita solitaria del “quotidiano” lentamente lasceranno spazio ad altro in una sorta di tarda estate, una stagione di mezzo che non è ancora autunno, ma che già vede le prime foglie arrossire sui rami degli alberi. Produzione: CENTRO TEATRALE ARTIGIANO
Ivana Monti in PREFERIREI DI NO di Antonia Brancati - Regia Silvio Giordani Una casa isolata di campagna, una madre e una figlia che si rivedono dopo molti anni e all’inizio stentano persino a riconoscersi.  La figlia, manager cinica e pragmatica, la madre stravagante e inselvatichita da una esistenza solitaria lontana dalla città. Tra le due donne molti conflitti irrisolti, centrati soprattutto sulla figura del rispettivo padre e marito. Scopo della visita di Diana, la figlia, è ottenere dalla madre un’intervista con foto e conferma di una vita familiare idilliaca per favorire l’elezione politica del padre.  Ma Teresa non è la scorbutica donna di campagna che sembra. E’ colta, indipendente, schietta fino alla durezza, ma dotata di un sottile senso dell’umorismo. Dall’ostinato, comico rifiuto, dall’incalzante, irresistibile scontro tra le due donne emergerà la verità: un colpo di pistola contro il marito per esasperazione, custodia cautelare in manicomio, ritiro forzato da eremita della madre. Il realismo di Diana sfiderà inutilmente l’idealismo di Teresa creando spesso un effetto tragicomico per la sottile vena di ironia che pervade il dialogo. La figlia non otterrà ciò che era venuta a chiedere alla madre ma tra le due donne si istaurerà una forma di comprensione che forse in futuro renderà possibili nuovi rapporti. Produzione: CENTRO TEATRALE ARTIGIANO
Pietro Longhi – Federica Cifola in GIOCO PARTITA INCONTRO Scritto e diretto da Francesca Zanni L’amore, come il tennis, si gioca in due. Ma in amore entrambi i giocatori possono vincere… o perdere! Esiste il partner perfetto? In un match senza esclusione di colpi, tra dritti, rovesci e corse rete, un uomo e una donna mettono in campo talento e strategia. Chi si aggiudicherà l’ultimo punto? Produzione: CENTRO TEATRALE ARTIGIANO
NASCOSTE In collaborazione con l’ Università Roma Tre , si rinnova l’appuntamento con la serie teatrale Nascoste. Storie perse tra le pagine del tempo, drammaturgia e regia di Silvio Giordani. Già presentato con successo il primo appuntamento su Ursula Hirschmann e la nascita del Manifesto di Ventotene, la rassegna prosegue con Margherita Sarfatti, Isabella De’ Medici , Giandante X, Bellezza Orsini, Pippa Bacca , figure “nascoste”, simbolo di emancipazione e resistenza. Iniziativa curata dal Centro Teatrale Artigiano di Roma. Produzione: CENTRO TEATRALE ARTIGIANO
DONNE DI CARTA In collaborazione con l’ Archivio di Stato di Roma , Manzoni Eventi presenta anche Donne di carta, cinque percorsi drammaturgici a cura di Silvio Giordani su storie di donne presenti nelle carte dell’Archivio di Stato, accompagnati da musica dal vivo. Iniziative che saranno presentate anche alle scuole. Produzione: CENTRO TEATRALE ARTIGIANO
Un asettico rapporto di lavoro pluriennale diventa sorprendentemente una spassosa, arguta e scintillante relazione. Come un fiore sbocciato al momento giusto, la storia tra un burbero e scontroso datore di lavoro e la sua ineffabile collaboratrice ci offre lo spunto per una commedia deliziosa che cancella di colpo la ruggine di un lungo regime di incomunicabilità. Ed il nuovo, improvviso scoprirsi riscatta sia lui che lei da anni di solitudine prendendo molto presto una piega briosa e brillante. Alle volte l’amore, come il paradiso…può attendere, ma al momento opportuno sa sempre come coinvolgere il nostro cuore. Produzione: CENTRO TEATRALE ARTIGIANO